Archivio news 06/12/2019

Si ferma la Red Lions, EVR a tre lunghezze dal Vecchie Glorie

Serie A2 - Sportcity - 5a giornata

In una gelida serata, sul campo dello Sport City si sfidano la EVR 1942 e la Red Lions. Entrambe le formazioni sono chiamate alla vittoria per muovere la classifica e dare una svolta a una stagione iniziata in sordina.

Parte bene la squadra di casa, che si rende pericolosa in un paio di circostanze. Gli uomini della EVR 1942 pressano alto e impediscono agli avversari di manovrare azioni in grado di impensierire la retroguardia con il fratino giallo. I primi attacchi, però, non sortiscono alcun effetto fino al sesto minuto, quando un delizioso tacco di Malvini, lasciato colpevolmente solo dalla difesa ospite, trafigge il portiere della Red Lions. È 1 a 0. I rossoneri, nervosi sin dall’inizio del match, non reagiscono al gol subito ed è la EVR ad andare vicino al raddoppio, ma la prima frazione di gara si chiude con il vantaggio di misura dei padroni di casa.

All’inizio della ripresa sono ancora i giocatori con il fratino ad esultare: da una rimessa sulla destra, Costantini sul secondo palo si ritrova il pallone tra i piedi ed è un gioco da ragazzi insaccare. Doppio vantaggio EVR e la Red Lions è in ginocchio. Gli ospiti, qualche minuto più tardi, se la prendono con l’arbitro e a farne le spese è il numero 2 Casini, che viene allontanato dal campo per somma di ammonizioni. Un episodio che incanala la partita sui binari dei padroni di casa. I rossoneri, infatti, accusano il colpo e non costruiscono occasioni degne di nota dalle parti di Cordioli fino al triplice fischio del direttore di gara.

Vince la EVR che si porta a 7 punti in classifica, a tre lunghezze dalla capolista Vecchie Glorie. Resta ferma a quota 4, invece, la Red Lions. Una vittoria meritata per i padroni di casa, bravi ad approfittare della serata negativa degli avversari.

Matteo Bucci (Capitano Red Lions):" In questa partita non siamo riusciti ad esprimere la nostra idea di gioco, loro pressavano molto ed erano ben compatti tra i reparti. L'espulsione a inizio secondo tempo mentre stavamo perdendo 1-0 ci ha obbligato ad attaccare con un uomo in meno e per questo abbiamo subìto il secondo gol in contropiede. Noi pensiamo partita dopo partita, siamo una squadra giovane che ha del potenziale come visto contro le Vecchie Glorie. Sicuramente pecchiamo di inesperienza rispetto ad altre squadre ma sappiamo che il campionato è lungo ed equilibrato e che quindi nulla è scritto. Sono certo che la nostra squadra migliorerà partita dopo partita e che riusciremo a toglierci grandi soddisfazioni nel corso di tutto il campionato. Sicuramente il turno di riposo ci aiuterà a capire quali errori abbiamo commesso nelle ultime partite e quali sono i vari aspetti da migliorare. Inotlre ci aiuterà a caricarci in vista dei prossimi incontri."

Saverio Rapone