Archivio news 05/03/2020

Sofia trascina il Vecchie Glorie

Serie A2 - Sportcity

VECCHIE GLORIE – ITSD

 

Sul campo dello Sport City va in scena la sedicesima giornata. Il Vecchie Glorie deve riscattare la brutta sconfitta incassata nel turno precedente ad opera dell’Evr e deve tornare a vincere per non perder le distanze dal Cacio e Pepe. Dall’altra parte arriva l’ottima formazione dell’ITSD che è invece reduce dalla vittoria esterna sui Red Lions ed ha bisogno di dare continuità ai risultati per poter restare attaccata al treno delle prime posizioni.

 

PRIMO TEMPO – Partono forte gli ospiti che chiudono gli spazi agli avversari e gestiscono con un bel fraseggio i primi minuti del match, trovando la rete del vantaggio. Splendido il lob di Sabella che premia l’inserimento di Mancini il cui sinistro al volo prende in controtempo Pinzari. La risposta dei locali però non si fa attendere, con Sofia, bravo a chiudere sul secondo palo l’assist al bacio di Giaccone. La parità da vigore al Vecchie Glorie, di nuovo Sofia sale in cattedra e serve un gran pallone a Marco Bartolini che insacca al volo il 2-1. Il primo tempo termina con la rimonta dei locali.

 

SECONDO TEMPO – Nella ripresa è sempre il Vecchie Glorie a condurre il gioco, spreca due buone occasioni per raddoppiare il vantaggio ma Sofia, il faro della manovra locale, decide di concludere con un destro chirurgico che vale il 3-1 e la sua doppietta personale. Nonostante il doppio vantaggio e il pieno controllo del match Sabella indovina il mancino dalla distanza con la sfera che si infila all’incrocio. Si riaprono i giochi, ritorna in bilico il punteggio e gli ospiti si spingono in avanti alla ricerca del 3-3. Inevitabilmente concedono metri e Stinziani, sul finale, trova le rete del 4-2.

 

Termina con la vittoria dei padroni di casa che ritrovano tre punti fondamentali per rimanere incollati al Cacio e Pepe. Gli ospiti sono partiti con un ottimo approccio ma, nonostante il vantaggio, hanno concesso ai padroni di casa quei centimetri di campo perfetti per le ripartenze a gran velocità di Sofia e compagni.

 

Matteo Galli


Sul campo dello Sport City va in scena la sedicesima giornata. Il Vecchie Glorie deve riscattare la brutta sconfitta incassata nel turno precedente ad opera dell’Evr e deve tornare a vincere per non perder le distanze dal Cacio e Pepe. Dall’altra parte arriva l’ottima formazione dell’ITSD che è invece reduce dalla vittoria esterna sui Red Lions ed ha bisogno di dare continuità ai risultati per poter restare attaccata al treno delle prime posizioni.

PRIMO TEMPO – Partono forte gli ospiti che chiudono gli spazi agli avversari e gestiscono con un bel fraseggio i primi minuti del match, trovando la rete del vantaggio. Splendido il pallonetto di Sabella che premia l’inserimento di Mancini il cui sinistro al volo prende in controtempo Pinzari. La risposta dei locali però non si fa attendere, con Sofia, bravo a chiudere sul secondo palo l’assist al bacio di Giaccone. La parità da vigore al Vecchie Glorie: di nuovo Sofia sale in cattedra e serve un gran pallone a Marco Bartolini che insacca al volo il 2-1. Il primo tempo termina con la rimonta dei locali.

SECONDO TEMPO – Nella ripresa è sempre il Vecchie Glorie a condurre il gioco, spreca due buone occasioni per raddoppiare il vantaggio ma Sofia, il faro della manovra locale, decide di concludere con un destro chirurgico che vale il 3-1 e la sua doppietta personale. Nonostante il doppio vantaggio e il pieno controllo del match Sabella indovina il mancino dalla distanza con la sfera che si infila all’incrocio. Si riaprono i giochi, ritorna in bilico il punteggio e gli ospiti si spingono in avanti alla ricerca del 3-3. Inevitabilmente concedono metri e Stinziani, sul finale, trova le rete del 4-2.

Termina la partita con la vittoria dei padroni di casa che ritrovano tre punti fondamentali per rimanere attaccati al Cacio e Pepe. Gli ospiti sono partiti con un ottimo approccio ma, nonostante il vantaggio, hanno concesso ai padroni di casa quei centimetri di campo perfetti per le ripartenze a gran velocità di Sofia e compagni.

Matteo Galli