Archivio news 28/02/2020

L'Evr 1942 dilaga nel big match contro le Vecchie Glorie

Serie A2 - Sportcity


La quindicesima giornata di Serie A2 Lega Calcio a 8 presenta il big match tra Evr 1942 e Vecchie Glorie, due compagini che godono di uno stato di forma eccezionale, imbattute da cinque partite consecutive e rispettivamente seconda e terza della classe. La serata dunque, al centro Sportcity, presenta tutti i presupposti affinchè si possa assistere ad una sfida importantissima soprattutto per la classifica.

Primo tempo - Gli ospiti fin dai primi minuti di gioco costringono l’Evr 1942 ad abbassarsi e subire. Passano pochi minuti e capitan Stinziani trova libero sulla sinistra il fantasista Roberto Sofia, che da posizione favorevole sigla la rete del vantaggio. La gioia dei ragazzi in maglia amaranto dura poco a causa di un tocco di mani di Castellani in area di rigore. Dal dischetto si presenta lo specialista, il numero diciotto Visca che batte Napoli e riporta il punteggio in parità. La partita è frizzante e tutt’altro che bloccata. Nell’azione successiva al rigore, un giocatore della squadra ospite viene atterrato al limite e il numero dieci, Roberto Sofia su calcio di punizione, porta a due il proprio bottino personale. Un match che non finisce mai di stupire poiché a metà primo tempo è ancora l’Evr 1942 a ritrovare la parità grazie ad una conclusione dal limite che non lascia scampo al numero uno della compagine allenata da Paolo Roberto. C’è ancora tempo per le ultime emozioni nella prima frazione di gioco: palla persa dagli ospiti, contropiede per l’Evr 1942 e goal di Spila che porta il punteggio sul tre a due. 

Secondo tempo - La compagine di casa, sulle ali dell’entusiasmo amministra il gioco e blocca molto bene gli attacchi che passano soprattutto dai piedi di Sofia e di Stinziani. Tuttavia, nella ripresa c’è da sottolineare il blackout dei giocatori amaranto, dopo le prime azioni che avevano regalato qualche speranza per raggiungere la parità. Sul più bello, Stinziani e compagni concedono diverse ripartenze all’Evr 1942, bravo a sfruttarle al meglio e incrementare nel giro di pochi minuti il punteggio, prima propiziando l’autogol di Napoli e poco dopo con la sassata da fuori area dell’implacabile Visca. Il finale è di marca rossonera con il bomber numero diciotto che mette il punto esclamativo sulla vittoria e sul triplice fischio arriva la rete dell’umiliante sette a due. 

Un fulmine a ciel sereno per le Vecchie Glorie, che interrompono bruscamente il cammino verso la capolista Cacio e Pepe e costretti a guardarsi alle spalle, dove proprio l’Evr 1942 insegue il sogno rappresentato dalla seconda posizione. Conferme per la compagine di casa che dà continuità all’importante successo della precedente giornata, e resta in terza posizione condivisa con Pizzeria Claudio&Claudio, ma a due punti dagli avversari odierni. L’obiettivo della seconda posizione diventa alla portata e la vera difficoltà adesso, sarà mantenere questa continuità nelle prossime partite.

Agostino D'Angelo